Parodontologia a Napoli

Diagnosi e cura della piorrea.

Lo Studio Dentistico Dott. Giuseppe D'Angeli esegue trattamenti di parodontologia a Napoli, per restituire la salute a gengive infiammate e malate.


Cos’è la parodontite


I trattamenti appartenenti alla branca della parodontologia a Napoli effettuati nello Studio Dentistico Dott. Giuseppe D'Angeli hanno come obiettivo trattare la parodontite.
La parodontite, detta anche piorrea, è una patologia di base genetica. Non sempre però chi è predisposto a questa patologia finisce effettivamente per svilupparla, poiché vi sono anche molti altri fattori in gioco. La piorrea ha di solito origine in una gengivite acuta e protratta nel tempo, che porta ad avere gengive gonfie e sanguinanti e alla lunga a perdere anche i denti. L’infiammazione porta infatti con il tempo alla distruzione dei tessuti della gengiva che circondano i denti, che quindi cadono.


Le cause della parodontite


Al di là della predisposizione genetica, la parodontite ha anche diverse cause ambientali, legate alle cattive abitudini del soggetto. Una scarsa igiene orale, ad esempio, fa in modo che i batteri siano liberi di formare la placca dentale, un ricettacolo di batteri e germi raccolto nei pressi delle gengive. Le tossine prodotte dai germi infiammano le gengive e provocano la gengivite, che si manifesta con frequenti sanguinamenti mentre si lavano i denti. Se non si procede con cure specifiche volte all’eliminazione della causa dell’infiammazione e a una modifica delle abitudini, la gengivite degenera e alla lunga porta alla distruzione delle fibre parodontali e dell’osso alveolare che mantiene i denti.
Il fumo è un’altra delle cause scatenanti della piorrea. Aumenta infatti il rischio di contrarla, la rende più aggressiva e rende più difficile curarla.


Prevenzione e cura della parodontite


La migliore forma di prevenzione è sicuramente una corretta igiene orale: la piorrea molto difficilmente trova presa in un cavo orale pulito.


Nel caso in cui si prenda nota dei primi sintomi, come movimenti dei denti, gonfiori anomali e sanguinamento gengivale, la prima cosa è ripristinare la corretta igiene orale. Bisogna quindi rivolgersi a un parodontologo per rimuovere il tartaro anche dalle tasche che si formano sotto le gengive. Nei casi più gravi si procede con un intervento chirurgico di pulizia, che pulisce i tessuti in profondità e rigenera l’osso riassorbito. Se necessario, si procede con terapia antibiotiche.